Giovanni Steduto

 

Giovanni Steduto nasce in Puglia a San Giovanni Rotondo il 15 febbraio 1960. A quattro anni si trasferisce con la famiglia al Nord, nel Bresciano in Val Trompia, e a diciannove anni entra nella scuola d’arte di Sarezzo. Frequenta Leo Campanelli, suo maestro di disegno e partecipa al corso d’incisione di Giulio Timpini durante la permanenza lavorativa per alcuni anni presso la Bottega incisori di Cesare Giovannelli. Nel 1989 ha dato avvio, con un gruppo di amici, al laboratorio di incisione “Creative Art”, affermato sulla scena internazionale nel successo di trasformare oggetti in opere d’arte con l’ausilio di incisioni a bulino. Così il suo spiccato talento per il disegno si esplica nell’attività lavorativa quotidiana, e dopo essersi affermato come apprezzato incisore, trova la strada dell’espressione artistica nella pittura frequentando il gruppo “Incontri” nato intorno allo studio del pittore Antonio Gigante che contribuirà alla sua formazione artistica che dal 1998 si realizza in mostre personali e collettive a carattere regionale e nazionale. Mostre personali. 2002 “Terre di passaggio”, Terme di Franciacorta, Ome (Brescia); 2005 “Per fili e per segni”, Castello di Soiano del Lago (Brescia); 2009 “Percorsi metamorfici”, Tuttolibri, Comune di San Zeno (Brescia); 2014 “Dall’astrazione alla materia”, Galleria ab/arte,  a cura di Andrea Barretta e allestimento di Riccardo Prevosti, Brescia.

Giovanni Steduto

Mediterraneo, 2013

Tecnica mista, base cemento a rilievo su pannello e canapa

Dimensione: 95 x 80 cm.

Euro 950,00

© Tutte le immagini

sono protette

Opera pubblicata sulla monografia:

Dall’astrazione alla materia

la pittura di Giovanni Steduto”,

di Andrea Barretta, ed. ab/arte,

Brescia 2014.

La copertina della monografia d’arte a cura di Andrea Barretta sulla pittura di Giovanni Steduto. Alla Galleria ab/arte di Brescia "Dall’astrazione alla materia la pittura di Giovanni Steduto" ha raggiunto il culmine di una parabola artistica che si fa quasi scultura in una concezione pittorica che emerge dal piano di fondo tra plastiche visioni alla scoperta delle tre dimensioni che diventano prospettive graffiate o strappate in sipari che prendono corpo su scene fondate sull’assoluta libertà ...
Giovanni Steduto alla Galleria ab/arte di Brescia.